Gabicce è natura: i percorsi del parco del San Bartolo

Parco San Bartolo Gabicce - La Panoramica

Amici di Gabicce oggi vi raccontiamo qualcosa in più riguardo uno degli aspetti forse più nascosti della bellezza della nostra cittadina: il suo lato “naturale”.

Il parco San Bartolo a Gabicce: flora e fauna spettacolari in primavera!

Il parco naturale del San Bartolo è un’attrattiva di prim’ordine che dà grande valore al territorio gabiccese.

Si tratta di 1600 ettari di riserva naturale disposti tra Pesaro e Gabicce, che hanno come caratteristica principale una spettacolare e meravigliosa falesia a strapiombo sul mare Adriatico, in prossimità della località di Fiorenzuola di Focara e di gran parte della strada Panoramica.

La speciale tipicità  geoclimatica, molto rara in tutto il territorio nazionale, ha permesso di sviluppare un microclima unico, anche se molto vulnerabile, con presenza di specie vegetali e animali di assoluto interesse.

La fauna è prevalentemente di tipo mediterraneo: caprioli, volpi, donnole, istrici, lepri, ghiri  popolano questa terra adattandosi al mix di territorio selvatico e coltivato tipico del parco.

Ma la specie di animali che più desta più interesse per i visitatori del parco sono sicuramente gli uccelli.

Infatti la particolare conformità della falesia offre un punto di vista perfetto per assistere ad un fenomeno naturale estremamente affascinante: la migrazione dei rapaci in primavera.

La migrazione dei rapaci: a Gabicce e al parco San Bartolo un fenomeno naturale entusiasmante!

A tal proposito ci piace segnalare che è possibile partecipare attivamente a questo fenomeno e assistere alla meraviglia naturale che avviene tutti gli anni a primavera facendo volontariato.

Si legge nel sito ufficiale:

“L’Ente Parco ha iniziato un rilevamento della migrazione primaverile dei rapaci a partire del 1998 con la collaborazione scientifica dell’Università di Urbino.

I risultati ottenuti confermano l’importanza di quest’area protetta per la migrazione dei rapaci ma anche di altre specie di uccelli, come i grandi veleggiatori quali la Cicogna bianca, la Cicogna nera e la Gru.
Dal 1998 al 2016, sono stati avvistati 48.820 rapaci appartenenti a 26 specie diverse tra cui le quattro più numerose rappresentano circa l’80% di tutti gli avvistamenti: il falco pecchiaiolo, il falco di palude, il gheppio e il falco cuculo”.

I percorsi: a Gabicce una vera opportunità per immergersi nella natura del parco!

Il sentiero più bello e più facilmente percorribile è sicuramente il n. 151. Attraversa completamente il parco, quindi con una passeggiata, dal dislivello non importante, potrete camminare da Pesaro a Gabicce.

Si parte da Pesaro (imbocco strada San Bartolo), si attraversano varie località di pregiato interesse storico come Villa Caprile, per poi raggiungere la parte più vicina a Gabicce (Casteldimezzo, Fiorenzuola di Focara etc…). Incontrerete siti dal valore paesaggistico unico e irripetibile in tutta la costa adriatica.

Scenderete poi a Baia Vallugola e raggiungerete Gabicce Monte, sempre in compagnia di una vista suggestiva mozzafiato.

Ricaricarsi nella natura e nel profumo inebriante delle ginestre: questo è rigenerarsi a Gabicce!

Prenota la tua primavera tramite il nostro portale: un solo click, tante richieste inviate, tra qui quella giusta per te!